Eccesso d identità…

Dopo essermi ripreso dalla rabbia del potenziale di una materia non sfruttata per bene, mi riaffaccio alla realtà della piccola-media distanza. E’ spaventosa. Però alla fine ci vuole ottimismo e determinazione, e le potrei avere nel giro di qualche giorno( perora no : sono spompato ) quindi andiamo avanti senza colpo ferire.
Volevo soffermare l attenzione su un fenomeno strano: la mia doppia identità, opposta a tratti, che secondo me non è altro che la mia capacità( riuscita in modo non soddisfacente ) di adeguamento al sistema-società-reality show di oggi, attraverso il linguaggio parlato stridente in modo irrimediabile col mio pensiero che al contrario delle parole è fluido, grezzo, secco, irrimediabilmente concreto, peccando di eleganza in maniera abbastanza netta.
 
Anzichè trovare un equilibrio tra mente e corpo, mi sono perso, impriogionandomi in diversi modi di fare che mi rendono discontinuo incoerente nel momento in cui questi 2 enti( mente e corpo ) si invertono, o meglio tendono a farlo, ed ahimè succede.
Vorrei raccontare proprio l esempio banale dell ultimo esame per cercare invano di rendere l idea. Ora illustrerò le fasi salienti dell esame raccontando le parole di 3 enti: professore, mia voce, mio pensiero.
 
L esame è iniziato, mi siedo in una sedia.
 
Professore: carta d identità?
Mia voce: si…
Mio pensiero: ma se ta desi nta prova itinere, babbu…
 
Professore:La volta scorsa mi parlava molto di innovazioni di processo e prodotto, ne vuole continuare a parlare?
Mia voce: chi io? si l innovazione…(discorso)
Mio pensiero: chi io? stronzo ta nsunnasti sta cosa…
 
Conclusione dell esame:
Professore: un’ ultima domanda…
Mia voce: si…
Mio pensiero: pezzo di merda, l avevi detto pure prima che era l ultima, frocio…
 
Professore:… dimmi qual è l argomento che ti è piaciuto di +, e parlamene…
Mia voce: l argomento che mi è piaciuto di +? ehm…l argomento? il ciclo…di vita…del… prodotto…
Mio pensiero: l argomento che mi è piaciuto di +? auhauhuahuhauhauha… sta materia fa schifo quasi quanto te chi m avia piaciri babbu…
 
Fine dell esame.
 
Professore: ti confermo il 27…
Mia voce: bruuuuuuuuuuuuuuuuuttooooooooooooooooooo…
Mio pensiero: bruuuuuuuuuuuuuuuuuttooooooooooooooooooooo….
 
Professore: perchè? ci sei rimasto male?
Mia voce: io ? alla fine non penso d essere andato male… in cosa ho sbagliato?
Mio pensiero: povero cretino babbeo ma perchè non ti ammazzi? deficiente paccaro cosa volevi detto di +
 
Professore: intanto 27 è un voto buonissimo, poi posso dire che sai tutto… però se te lo dico io, non sai tutto direttamente tu…
Mia voce: ah…
Mio pensiero: auhauhauhauhauahuahauh…. ma che sta dicendo ? ma para cu mia o sta male? Il 27 con la tua materia è peggio che 18 babbeo. Le prossime 5 6 materie se me le do prendo 18, e tu dovevi mettermi 30 scorreggia… e tagghiati di baffi che fai pena…
 
Professore: puoi sempre venire a febbraio se vuoi prendere di +…
Mia voce: auhauhauhauhauhauhauha…. sono ingolfato…
Mio pensiero:auhauhauhauhauhauhauha… tua mamma viene a febbraio…
 
Questo è il tratto principale del esame, che spero abbia dimostrato quello di cui soffro, se qualche psicologo può aiutarmi o guarirmi ne sarei uniformemente grato. Ci sentiamo gente….
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Annunci

3 risposte a “Eccesso d identità…

  1. ihihihihihih!!! Staiu murennuuuuuuuuuu!!!!!! ihihihihihiih!!! Dai Carmeluccio facci forza,….è un periodaccio per tutti fidati…..smack….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...