Valeria

Valeria

Alle undici accompagno Valeria all’aeroporto. Va in vacanza a Londra, per una settimana.

Il nostro caffè non è sereno. Il suo viso non è riposato. Neanche sorride. Le nostre parole sono troppo comuni.

Poi capisco, al check-in. E’ in quel momento che conto davvero le valigie. Tante. Troppe.

“Se non torni, morirò. Ma di quelle morti lente e sofferenti. Di quelle morti che uccidono più di tutte.”

Valeria mi abbraccia e se ne va. Neanche piange. E chi ha finito di piangere ha già deciso.

Io invece piango. Mi pulisco nel cesso di un bar, prima di tornare a casa, da mia moglie, a continuare la mia recita.

Il testo è una leggera revisione di quello pubblicato nel forum “Scrittori per Sempre”, nel concorso “100 X 100 – 2° edizione”.

Annunci

3 risposte a “Valeria

  1. Caro Carmelo, scusami, avendo cambiato email mi ero perso le notifiche dei tuoi post. E, tu, sai quanto ci tenga ai tuoi post. Come è andato il concorso? Molto bello questo breve scritto, davvero molto bello. Di che concorso si trattava?
    Oh, ma pure tu fatti vedere qualche volta, lì da me, non c’è bisogno di commentare, basta scrivere “r., ho scritto un nuovo post”. Ti stimo, come sempre. Ciao caro!

    • Ciao r. . Uno degli ultimi, nel concorso, ma è stata un’occasione per confrontarsi con il format dei racconti in 100 parole, molto utile. E’ un concorso virtuale di un sito di persone che scrivono, Scrittori Per Sempre. Dai un’occhiata, magari ti interessa farne parte!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...